Massaggio metamorfico

Massaggio metamorfico

Massaggio metamorfico

Il massaggio metamorfico è utile per sbloccare parti di sè, sciogliere nodi e sviluppare a fondo la propria personalità. Si parla di ‘metamorfosi’ perché il processo è come quello che si osserva ovunque in natura: dalla trasformazione del bruco in farfalla, alla ghianda, che diviene una robusta quercia, all’unione dell’ovulo e dello spermatozoo che dà luogo al formarsi di un nuovo essere umano. La funzione del terapeuta in questo lavoro è quella di fare da catalizzatore, cioè un entità presente ma distaccata.La forza vitale del paziente, guidata dall’intelligenza innata delle cellule del corpo, si muoverà nella direzione giusta. Questo lavoro consiste semplicemente in un leggero sfioramento eseguendo leggeri tocchi verso l’alto e verso il basso sul riflesso della colonna vertebrale nel piede, oltre che sui piedi anche sulle mani e sulla testa, andando così a toccare quelle tre parti ‘estreme’ del corpo che sono riconosciute come sedi delle funzioni primarie umane: movimento, azione e pensiero. La durata del “massaggio” è di circa un’ora; la tecnica può essere applicata una volta a settimana oppure ogni due settimane; per i bambini bastano 10 minuti.