Blog

Scelgo di risplendere.

Meditazione e Rituali per la SuperLuna piena in Leone
del 31 gennaio 2018.

La luna piena ha da sempre un volto mistico, seducente ed emozionante. Ci porta a sentire sensazioni profonde, crude e disinibite che provengono da qualcosa di profondo che non possiamo definire.

La “Super luna-blu-di-sangue” di mercoledì 31 gennaio (h. 14:27) sembra intenzionata a lasciare un segno importante.

Una super luna si verifica quando la luna (piena o nuova) è più vicina del solito alla terra, appare più grande e ha più influssi sul nostro corpo-mente. E’ “blu” perché così si definisce la seconda luna piena in un mese (l’ultima è stata il 1 gennaio). Mentre il colore rosso (o di sangue) è dovuto alla contemporanea eclissi totale di Luna, che non sarà visibile da noi, ma sarà percettibile a livello energetico. Le eclissi sono eventi molto potenti: a livello sottile smuovono sempre molte forze, incentivano un maggior ripiegamento su noi stessi e ci rendono più ricettivi nei confronti dei messaggi che riceviamo dal nostro subconscio.

Notiamo che, mentre gennaio offre uno straordinario spettacolo di luci rare con due lune piene (e tre super lune da dicembre!), febbraio non ne avrà nessuna, lasciandoci l’occasione di risplendere dall’interno verso l’esterno.

Le lune piene non si sentono solo il giorno stesso, ma per 2-3 giorni prima e dopo. Accentuano l’energia emotiva e intuitiva, come accade alle donne prima del ciclo mestruale.

Questa SuperLuna piena in leone segnerà un momento potente per riconoscere la straordinaria fonte di luce che ciascuno di noi è, farla risplendere pienamente e condividerla con gli altri. L’asse che coinvolge è quello del Leone-Acquario che chiama in causa la dinamica “io-collettività”. Ovvero imparare a riconoscere il proprio splendore, donarlo al mondo e sostenere gli altri nel fare la stessa cosa, creando una comunità di esseri liberi.

Nel segno del Leone, questa magica luna irradierà la forza, l’orgoglio e l’innegabile presenza centrata sul cuore della Potente Leonessa che lancia nell’Universo il suo personale ruggito primordiale. “Leonessa” perché questa Luna viene definita “The Superwoman Full Moon”, dato che emanerà una speciale e rara energia lunare femminile, infusa della creatività, della leadership e della dignità del Leone.

Il Leone, segno fisso di fuoco, è simile a un falò. È l’archetipo dell’amore, del valore e del valore di auto-generazione e di sostegno che riempie il mondo di calore, generosità, motivazione, gioia e creatività. Il Leone ci ricollega alla nostra divinità interiore e alla nostra regalità, ricordandoci che siamo dotati della preziosa capacità di creare la vita.

Il Leone è governato dal Sole e, in sostanza, questa Superwoman Full Moon in Leone incarna il matrimonio mistico tra maschile e femminile. Madre Luna e Padre Sole.

L’eclissi lunare, inoltre, può portarci una ancora maggiore sensibilità. Le eclissi sono come qualcuno che spegne e riaccende la luce improvvisamente: a volte si rimane scioccati da quello che vediamo dopo quel breve flash.
Possiamo aspettarci che le emozioni si agitino e che i sentimenti sorgano dall’oscurità. Le correnti che attraversano il nostro sistema nervoso sono sensibili e assorbono queste influenze. Mentre le eclissi solari hanno più di un effetto esterno, le eclissi lunari sollevano questioni emotive e interne.

Le lune piene illuminano sempre una luce di consapevolezza sui frutti del nostro lavoro; è un momento per celebrare i risultati delle nostre intenzioni e azioni. Durante la luna piena, tutto è ingrandito. La Leonessa porta una chiarezza ardente e una forte volontà di creare, forgiare e nascere. Vuole immortalare se stessa nel mondo, e lo fa facendo nascere i suoi figli – i suoi figli possono essere qualsiasi cosa generata da dentro di lei; tutto è nato ed espresso dal suo cuore.

In questi giorni, scegli di celebrare la tua luce e come si esprime nel mondo. Sii aperta a vedere ciò che hai manifestato e come può servire te e gli altri. Se non ti piace, ora puoi mettere i semi per cambiarlo e ricominciare alla prossima luna nuova.

Lascia che la Superwoman Full Moon ti ricarichi con la passione per la vita e con la possibilità di esprimere te stessa. Non giocare al ribasso per stare al sicuro. Sii a grandezza naturale e ispira tutti a risplendere. Non ci sono limiti all’Amore.

Diamo quindi spazio al coraggio, alla capacità di buttarci nelle cose, di metterci la faccia, di assumersi oneri e onori del protagonismo espressivo che ognuno di noi sogna. Protagonismo non significa sfilare sul tappeto rosso, ma riuscire a esprimere ciò che abbiamo dentro ed essere apprezzati per la nostra creatività. Ma per renderlo possibile, occorre fare quello sforzo necessario a mettersi in mostra, affrontando il rischio di una performance che non convince, di un pubblico che magari sulle prime rimane perplesso. Mettiamola così: per guadagnarsi un applauso pieno e sonoro, occorre affrontare la paura di un fischio. Chi non mette in conto il rischio dell’uno, non può portarsi a casa le soddisfazioni dell’altro.

Questa Super Luna Piena mette a confronto questi due archetipi: l’aspirazione che risiede in ciascuno di noi di cambiare le cose, di imprimere alla realtà il proprio tocco creativo, e la necessità di metterci la faccia, di esprimere le nostre idee con coraggio, senza lasciarci frenare dal timore del giudizio. Se credi fino in fondo in qualcosa, ci sussurra questa Luna, esprimila, mostrala, condividila, combatti per difenderla senza paura di metterci la faccia. Se un’idea o un progetto rispecchiano profondamente un tuo modo di essere o di pensare, lasciali ruggire con orgoglio e passione, senza stare a pensare al giudizio degli altri. E’ un insegnamento importante, ed è un passo decisivo per la “missione” che ognuno di noi ha in questo anno di nuove partenze: somigliare di più all’immagine più bella, vera e profonda di se stesso.

Il leone, infine, ci insegna che una volta che amiamo noi stessi e apprezziamo chi siamo, allora abbiamo un combustibile infinito per amare le altre persone e praticare una generosità senza precedenti.

RITUALI

#1 – Rituale di purificazione
Per ricominciare da capo e cancellare condizionamenti, pensieri e sentimenti che limitano la nostra luce.
Ecco di cosa avrai bisogno:
1 bastoncino di incenso
1 tea light bianca
1 ciotola di acqua salata
1 pietra d’Ambra

Metti tutto sul tuo altare. Accendi l’incenso e lascia che riempia ogni angolo della tua casa. Una volta che hai finito, apri una finestra in ogni stanza e immagina che, mentre il fumo lascia la tua casa, i condizionamenti, i limiti famigliari, le vecchie credenze , le preoccupazioni e le ansie che il tuo spazio ha registrato, se ne vanno via. Lasciale uscire fuori per 2 minuti. Poi, quando senti che è uscito tutto, chiudi e accendi la candela bianca. Mentre la fiamma si impadronisce dello stoppino, prendi nelle mani l’ambra e visualizza una luce bianca che si illumina intorno alle dita dei piedi, quindi muove lentamente attraverso le gambe, il busto, il cuore, il collo, finché la luce non ti avvolge completamente. Lascia che il tuo cuore si riempia di novità, di un nuovo inizio, di purificazione.

Immergi le dita nella ciotola di acqua salata e ripeti:
“Grazie all’energia celesti di queste notti, io mi rinnovo completamente. Io sono libera di scegliere la mia via. Sono nuova, intera e vera.Le catene che mi stavano legando sono spezzate. Adesso sono libera. Non c’è nulla che mi appesantisca. Sono libera di volare dove voglio e risplendere”.
Per completare questo rituale, lasciare che l’incenso e la candela brucino fino in fondo

Per completare il rituale, lascia che la candela bruci fino in fondo (non lasciarla incustodita o accesa di notte).

#2 – Rituale di benedizione
Per benedire un progetto, un obiettivo, una persona.
Avrai bisogno di:
1 candela bianca
Olio essenziale di arancia dolce o lemongrass
Quarzo citrino
Fotografia o immagine della cosa/persona che vuoi benedire
Pennarello oro o giallo

– Unisci i polsi e il cuore massaggiando in questi punti due gocce di olio essenziale. Prendi il tuo pennarello e scrivi il nome di chi/cosa vuoi benedire sulla candela. Ora accendi la candela. Mentre la fiamma si alza, prendi le immagini, portale davanti alla fiamma e, mentre le tieni in mano, immagina di vedere chi/cosa stai benedicendo andare verso l’alto nel cielo notturno. Forse li vedi seduti sulla luna, a guardare il mondo, o forse la luna li sta facendo galleggiare tra le stelle. E’ una visione, un sogno ad occhi aperti e permetti all’immagine di cambiare e trasformarsi a suo piacimento. Assicurati solo di immaginare le stelle, i pianeti e la luna che infondono magia e fortuna a te e a queste persone o cose.
Quando sei pronta, ripeti:
“Sono fatta di polvere di stelle e magia. La benedizione che scende dal cielo sta rafforzando la mia luce oltre ogni immaginazione. Benedico questa persona/situazione e le permetto di risplendere.”
Termina il rituale lasciando che la candela bruci fino in fondo. Lascia le foto/immagini sul tuo altare per 21 giorni.

#3 – RITUALE del “Darsi il permesso”
Scrivi su un foglietto cinque cose che sai che vorresti smettere di fare, dandoti il permesso di non farlo più.
Ad esempio:
1) Mi do il permesso di smettere di sentirmi in colpa se non pianifico il mio lavoro
2) Mi do il permesso di dire di no senza sentirmi male
3) Mi do il permesso di stare bene da sola con me stessa
4) Mi do il permesso di fermarmi, respirare, rilassarmi e non buttarmi subito nel prossimo progetto
5) Mi do il permesso di ricevere aiuto dagli altri e non cerco di fare tutto da sola.
Tieni questo foglietto sotto il cuscino fino a domenica. Poi rileggilo e mettilo sul tuo altare, rileggendolo ogni giorno, fino a che senti di esserti data il permesso per tutti i cinque punti. Brucialo alla fiamma di una candela (in sicurezza!) durante la prossima luna nuova di febbraio.

#4 –Rituale-Meditazione di luna piena: scelgo di risplendere
Ti servirà:
– Taccuino e penna
– Salvia bianca
– Pietra: occhi di tigre o pietra gialla
Vai alla finestra e trova un posto dove sederti o sdraiarti. Assicurati di poter vedere la luna e sentire i raggi di luna che splendono verso il basso. Accendi la candela e la salvia purificando il tuo corpo e l’ambiente intorno a te. Fai respiri profondi e lunghi per calmarti e metterti in grounding e mentre chiudi gli occhi focalizzati sul disco lunare e sulla luce che scende sopra di te e ti invade in ogni cellula. A livello del plesso solare questa luce comincia a diventare arancione e invade la tua pelvi. L’energia creativa è collegata al chakra sacrale, così mentre mediti prova a focalizzare il respiro nel tuo bacino e respira nell’utero o semplicemente nella pancia. Rimani 10 minuti a ricevere energia lunare che si trasforma in sfera arancione nella tua pelvi. Quando hai finito, annota in un taccuino le tue sensazioni e fai emergere desideri, intenzioni (anche le più ardite e rischiose), le qualità che potresti far risplendere nel mondo e donare agli altri e che ancora sono latenti in te o non ti permetti di esprimere. Ripromettiti di liberarle e manifestarle senza più indugio. Lascia il taccuino alla luce della luna (sul davanzale della finestra in caso di pioggia) due notti di seguito.

No Comments

Leave a reply