Blog

LA LUNA PIENA DEL LUPO – Rituali per celebrare il Divino Femminile

Nutrire, proteggere, accudire, accogliere.
Luna Piena in cancro

Emozioni e ancora emozioni. Non dobbiamo sottovalutare il potere delle emozioni questa settimana. Questa Luna piena in cancro sta portando alla luce il nostro io più sensibile ed emotivo.

L’energia del cancro è nutrimento, intuizione e cura di sé, e questa Super Luna Piena ci porta a lasciare emergere quella voce più morbida e intuitiva, interna, silenziosa, che ci chiede di prenderci cura di noi stesse, di aprire il cuore alla compassione e di accudire la Madre Terra e i suoi figli. È una Luna che io sento particolarmente, perché è la Luna del mio tema natale. ☺

La luna piena a gennaio è chiamata dai Nativi “Full Wolf Moon”, poiché cade durante la parte più buia dell’inverno, quando i lupi arrivavano alle porte dei villaggi. E’ la luna del Lupo, della Loba, dell’invisibile e della Notte.

Potresti chiederti:
– Sono soddisfatta di come nutro il mio corpo, la mia mente e il mio spirito?
– Sono soddisfatta di come mi dò protezione e cura?
– Riesco ad ascoltare e accogliere le mie emozioni senza giudicarle?
– Mi prendo cura del mio ambiente e della Natura?

In questa occasione ti propongo tre Rituali.
Scegli quello che ritieni più in sintonia con te e praticalo se puoi già stasera. Le energie della Luna piena si possono utilizzare fino a 4-5 giorni dopo il plenilunio.

Primo rituale
MEDITAZIONE SULL’ASSE CANCRO-MADRE/CAPRICORNO-PADRE
Immagina sopra di te il disco rotondo e luminoso della luna, immergendoti in un cerchio protettivo di luce. Il tuo spazio si trasforma e si fa limpido e puro. Sentiti come se fossi un calice sacro, attirando il potere della Grande Madre in ogni cellula del tuo essere, dalle dita dei piedi, al grembo, al seno, alla bocca e agli occhi. Senti il piacere di questa energia che entra dentro di te. È vibrante del potere di dare, ricevere, nutrire la vita e manifestare ciò che è possibile. Porta le mani al cuore e massaggiati lo sterno.

Ti sintonizzi sulle forze del Capricorno e del Cancro, segni dedicati alla responsabilità e al nutrimento. Rappresentano le forze di “padre” e “madre”, proteggendo, fissando, trattenendo e stabilizzando, ciascuno a suo modo. In equilibrio, ci portano autorevolezza e cura. In ombra, ci fanno sentire soli e insicuri; ci sentiamo non-padre e non-madre.

Ora respira profondamente e disegna una porta immaginaria di colore arancione tra il tuo cuore e l’ombelico e aprila.
Respira per 10 cicli in questo modo: quando inspiri, senti l’energia della Madre e del Padre Divini che entrano in te. Quando espiri lascia uscire traumi, incubi, immagini dolorose e ferite dell’infanzia. Ripeti per dieci volte o fino a quando senti che tutto è defluito.
Quando hai finito, visualizza la porta arancione che si chiude e porta le mani lungo i fianchi, palmi rivolti verso la Terra. Invia la Luce in profondità nella Terra. Guarda questa energia prendere la forma di una luna rotonda, sotto di te nel centro della terra. Rimani qui nel silenzio e nella pace, finché non sei pronta per riemergere.

Secondo rituale
ONORARE LA (DIVINA) MADRE
Nell’onorare la Madre Cosmica, potresti sentire il bisogno di risolvere e guarire la relazione con tua mamma o con una figura femminile con cui senti che non c’è armonia. Scrivi una lettera alla donna che hai scelto di evocare, esprimendo tutto quello che senti in sospeso e lasciala “riposare” poi sotto il tuo cuscino per 21 giorni. Non devi inviarla. È l’atto in sé che diventa rituale e agisce sul piano sottile. Metti una foto di una tua antenata sul tuo altare e accendi una candela per canalizzare la sua energia. Se sei una madre, fai qualcosa per onorare te stessa. Questa è la festa della Madre cosmica.

TERZO RITUALE
GUARIGIONE DELL’ELEMENTO ACQUA
Yemaya Assessu
Questi giorni ci aiutano a guarire e purificare l’elemento Acqua in noi e nel Cosmo. Siediti davanti al tuo altare e accendi candela e incenso o salvia sciamanica. Rimani tranquilla in meditazione per qualche minuto, ascoltando questo Mantra dedicato alla Grande Madre degli Oceani, con cui richiami lo Spirito di Yemaya:

Yemaya è la Dea africana delle acque, la Madre di tutti gli Orisha, è colei che crea, è madre della vita, e governa le acque degli oceani, dei mari e dei fiumi che conducono al mare. E poiché si ritiene che la sua vita abbia avuto inizio nel mare, si crede anche che tutta la vita sia iniziata con Yemaya.
Yemayà è una Dea molto amorevole e compassionevole e da Lei nasce l’amore che insegna a tutti gli Orisha. E’ materna e molto protettiva e tiene profondamente a tutti i suoi figli, che conforta e allevia dalla tristezza e dal dolore.
Chiedile di condividere con te i suoi poteri di fluidità e amore e i segreti curativi degli oceani, dei mari, dei fiumi e delle acque della Terra e del tuo immenso Mare interno. Sei fatta al 75% di acqua. Yemaya è dentro di te più di qualsiasi altro elemento. Invia amore e luce di guarigione alle acque del nostro pianeta e nel tuo bacino. Senti scorrere dentro di te il sangue, la linfa, il liquor del midollo, le acque cellulari… Poi, a chiusura del processo, immergiti in un bagno caldo con olio essenziale di rosa damascena. E bevi acqua o una grande tazza di tisana ai petali di rosa.

No Comments

Leave a reply