Blog

LA LUPA: ISTINTO INTUIZIONE SELVATICHEZZA

THE SHE-WOLF RECONNECTION
L’antidoto più potente al “disordine” del femminile oggi
Come riconnettersi al Potere della LUPA.

Oggi noi donne siamo troppo occupate, troppo piene, troppo.
Abbiamo creduto che essere occupate fosse indice di emancipazione e successo.

Così siamo sempre più in ansia, stress, stravolgimento e confusione.

Ci sono troppe cose nelle nostre interminabili liste di cose-da-fare, troppe persone di cui occuparsi e troppi social da seguire. Ci troviamo intrappolate nelle nostre vite e la necessità di controllare anche i programmi di tutti gli altri, oltre al nostro, ci sovrasta e ci rende rigide e severe.

Se mollassimo quell’attitudine femminista postmoderna che ci fa ripetere come mantra autodistruttivi quei: #facciotuttodame #nonhobisognodinessuno, #megliosola, potremmo evitare il burn-out.

Questi molti anni di lavoro con le donne, mi hanno portato una consapevolezza piuttosto “semplice”: la maggior parte dei “problemi femminili” sono dovuti a una eccessiva e inappropriata tensione accumulata nei nostri corpi, tensione congelata e mai liberata, che ci consuma e ci sconnette da noi stesse.

Ci viene insegnato ad essere forti. A non mollare mai. A portare avanti ad oltranza qualunque cosa. Il concetto di “genere” sembra essere diventato una mera idea sociale.

Quindi, dobbiamo spingere sul pedale dell’acceleratore come gli uomini. Lavorare come gli uomini. Vestire come gli uomini. Gestire le nostre vite come uomini. Fare programmi e condurre le nostre vite come gli uomini.

Dobbiamo essere uomini.

Ma i nostri corpi, in modi diversi, stanno urlando la loro verità e non sopportano più questo trattamento.
Sono meravigliosi strumenti della Creatività cosmica legati alla ciclicità lunare, all’umido della pioggia e alla morbidezza del silenzio notturno.
Non possiamo far finta che non ci siano quelle mattine in cui tutto quello che vorremo fare è strisciare a quattro zampe dentro una caverna e rimanere lì rannicchiate, con una coperta calda sopra, al buio e in silenzio.
Non possiamo continuare a ignorare le tempeste ormonali che ogni mese, ogni Luna, ci investono come tsunami.
Non è giusto mettere a tacere quel SENTIRE così profondo che è la nostra voce, anche se a volte sembra sopraffarci.
Che senso ha poi arrabbiarci e sfuriare con i nostri bambini perché stanno piangendo?
O far finta di niente, giorno dopo giorno, e prendere la pillola coì-va-a-posto, quando il nostro Utero sta piangendo o sta urlando?
E fare come se non avessimo bisogno di quei 40 giorni sacri dopo il parto per recuperare e ripristinare il nostro equilibrio così sottile?

C’è una enorme tensione accumulata nei nostri corpi e nelle nostre psiche che sta avvelenando le nostre vite, facendo ammalare il nostro Grembo, offuscando la nostra visione, portando confusione nelle nostre menti.

Diventiamo sempre più piene di risentimento.
Rifiutiamo la nostra femminilità e smettiamo di ascoltarci.
Rimaniamo costantemente agitate, nervose, infastidite, scontente.

Come uscire da questa impasse?

Ho visto cosa accade nella vita e nel corpo di una donna quando incontra la sua LUPA. L’archetipo della Lupa e il suo Potere di trasformazione e riconnessione con la natura selvaggia del Femminile, porta guarigione, coraggio di essere autentiche e completa sconnessione dalle bugie sociali.

L’archetipo della Lupa (della selvatichezza) è una forza potente che può essere esplorata e compresa da qualsiasi donna.

Nella teoria junghiana, gli archetipi sono rappresentazioni inconsce collettive che derivano da immagini mentali primitive ereditate dai nostri antenati e tramandate attraverso generazioni. Portano storie ed esperienze vissute. Rappresentano qualcosa a cui ognuno di noi può relazionarsi e avvicinarsi.

La donna nel suo stato naturale è stata meravigliosamente paragonata alla LUPA, simbolo della natura selvaggia SPONTANEA, presente in ogni donna.

“I lupi sani e le donne sane hanno in comune talune caratteristiche psichiche: sensibilità acuta, spirito giocoso, e grande devozione. Lupi e donne sono affini per natura, sono curiosi di sapere e possiedono grande forza e resistenza. Sono profondamente intuitivi e si occupano intensamente dei loro piccoli, del compagno, del gruppo. Sono esperti nell’arte di adattarsi a circostanze sempre mutevoli; sono fieramente gagliardi e molto coraggiosi.
Eppure le due specie sono state entrambe perseguitate”
Clarissa Pinkola Estés

La separazione dalla sua natura selvaggia fa sì che una donna diventi secca, arida, isterica, cattiva, ansiosa e spaventata.
Con la nostra natura selvaggia come alleata e maestra, attiviamo la vista non solo attraverso due occhi, ma attraverso i molteplici occhi dell’intuizione. Con l’intuizione attiva siamo come una notte stellata: guardiamo il mondo attraverso milioni di occhi.
La LUPA, con la sua natura selvaggia, è la medicina per le donne oggi. Porta storie, sogni, parole e canzoni. Porta con sé tutto ciò che una donna deve essere e conoscere. È l’essenza stessa dell’anima femminile.

Non significa perdere la propria posizione nel mondo. Significa stabilire un territorio, trovare il proprio branco, essere nel proprio corpo con certezza e orgoglio, parlare e agire per conto proprio, essere vigili e trovare ciò a cui si appartiene. Significa alzarsi con dignità, camminare come creature fiere, aperte, sicure e amichevoli, ma mai addomesticate.

Come risvegliare questo archetipo in noi? Come coltivarlo e dargli forza?

Ecco alcune idee per riconnetterci.

  1. RICONOSCI LA TUA FORZA VITALE

Proprio come il lupo, la donna connessa alla Lupa, alla sua selvatichezza, è forza vitale stessa. C’è un grande potere nella sua capacità di muoversi, influenzare e ottenere ciò che vuole. Potrebbe non raggiungerlo utilizzando metodi noti e comuni. La forza vitale è ciò che spinge i confini, ne crea di nuovi e si espande costantemente. La forza vitale fornisce energia e fornisce guarigione ed è una straordinaria risorsa di potere personale per coloro che sanno come usarla.

Il corpo femminile è progettato per creare vita e dà vita a tutte le cose. Fiorisce in ambienti naturali e fa prosperare tutto. C’è un intenso senso di vitalità attorno a una donna selvaggia. Vicino a Lei all’improvviso ti senti energico, ispirato e pronto a RICOMINCIARE. Dà senza aspettarsi nulla in cambio. Crea la vita dal cuore e dall’utero. Non può razionalizzare il suo dare o la sua creazione di vita; lo fa perché non c’è altra via.

  1. RICONOSCI LA TUA CAPACITÀ DI GUARIRE TE STESSA E GLI ALTRI (LA DONNA-MEDICINA)

La sua natura profonda e intuitiva lo sa. Questa conoscenza le dà potere e intuizione. È una guaritrice di cuori e grembi. Può guarire se stessa e gli altri senza sforzo. Il solo fatto di starle attorno guarisce e ringiovanisce.

Ha abilità naturali che vanno oltre ciò che la mente può comprendere. Si lecca le ferite e va avanti. Insegna agli altri e condivide liberamente la sua saggezza dalle sue cicatrici, non dalle sue ferite. Porta medicine sulla sua pelliccia e sulle unghie. Non chiede vendetta o giustizia. Lei RENDE giustizia. Si prende cura della sua tribù e sa come prendersi cura dei malati e di chi è dimenticato. È compassionevole e senza paura.


“Anche la più repressa delle donne ha una vita segreta, con pensieri segreti e sentimenti segreti che sono lussureggianti e selvaggi, ovvero naturali. Anche la più prigioniera delle donne custodisce il posto dell’io selvaggio, perché intuitivamente sa che un giorno ci sarà una feritoia, un’apertura, una possibilità, e vi si butterà per fuggire.” Clarissa Pinkola Estes

  1. STABILISCI UN TERRITORIO E DELIMITALO

La donna selvaggia sa sempre dove si trova e non si mette in pericolo inutile. Lei prende rischi ben calcolati. Prende il tempo per esplorare e nutrire la terra in cui vive. È consapevole di dove inizia e finisce il suo territorio e rispetta il territorio degli altri. Agisce da un luogo di abbondanza piuttosto che da un luogo di scarsità. È consapevole delle conseguenze del superamento di questi confini. Può resistere se non è il momento di espandere il territorio e conquistare nuove terre. Stabilisce alleati per conquistare nuove terre. Usa il potere maschile (dentro di sé ma soprattutto negli altri) a proprio vantaggio. Non le piace fare sforzi inutili per ottenere ciò che vuole. Conosce e vive secondo la sua mappa interna e la bussola è guidata dal suo intuito.
Stabilisce il proprio territorio in modo che gli altri sappiano dove sono i confini che non è permesso sconfinare. È accogliente e sa chi, come e quando lasciare entrare. Non si esaurisce mai per compiacere un trasgressore solo per sentirsi desiderata. Non è interessata a compiacere il suo ego.

  1. SVILUPPA PRESENZA E ATTENZIONE

I suoi cinque sensi sono acuti e sviluppati. Lavora con il proprio corpo per coltivare consapevolezza e sensualità. Ascolta attraverso il suo corpo e i suoi sensi. Si fida del suo corpo per condurla dove deve andare. Conosce il momento giusto per combattere, volare o fermarsi. È sempre vigile ma non rigida. Sente sempre la situazione, le persone e la terra. Legge i segni. Li ascolta. Si fida del suo istinto interiore.

  1. TROVA LA TUA TRIBU’

Non smette di cercare fino a quando non ha trovato la sua tribù. Quando trova la sua gente, in fondo sa di essere arrivata. Conosce il potere della vera sorellanza e ne è sollevata. Può fare affidamento sul suo Cerchio come sistema di supporto. Sa che è libera di entrare e uscire a suo piacimento e che è sempre benvenuta e libera di esprimersi.
È rispettata, apprezzata e aperta. Amore, libertà e fiducia in sé sono i valori del suo branco. All’interno del branco, può prosperare.
Apprezza le sue amicizie, specialmente con altre donne selvagge. Sa che queste relazioni sono semi per la sua crescita e il suo fondamento.


“I fianchi sono larghi perché dentro c’è una culla in avorio satinato per la nuova vita. I fianchi della donna sono portali, le maniglie per l’amore, il luogo dietro a cui i bambini possono nascondersi.” 
Clarissa Pinkola Estes-

  1.    SVILUPPA INTUIZIONE E LUNGIMIRANZA

Si fida del suo intuito e lavora costantemente per approfondirlo.
La sua pancia e il suo corpo lo sanno prima che lei lo sappia. Le sue decisioni sono governate dalla connessione mente-cuore-utero. Ascolta il suo grembo e conosce il suo potere. Prospera nella stretta relazione con il suo grembo – la fonte della forza vitale.
Lei vede lontano. Sa che la vita è un viaggio. Sa che lo scopo della vita è sentirsi vivi.

  1. . ASCOLTA PROFONDAMENTE

Ascolta profondamente con tutto il suo corpo, mente e anima. Ha sviluppato una relazione potente con se stessa e si sintonizza sempre sulla sua voce interna. Lei ascolta se stessa anzitutto. Se non riesce a sentire se stessa, sa che deve abbassare il volume del rumore.
Conosce la differenza tra la propria voce e il rumore.
Lei ascolta gli altri. Lei ascolta la natura. Ascolta la saggezza universale. È a conoscenza dei segni. È in continua crescita e in continua espansione. Ascolta profondamente e non sente il bisogno di essere costantemente chi parla, il leader o l’organizzatore. Non ha bisogno di avere sempre ragione. Cerca aiuto e consigli da coloro che rispetta e si fida, ma prende sempre le proprie decisioni. Sa di essere la sua migliore autorità.
Apprezza il silenzio dell’ascolto.

  1. COLTIVA LA LEALTÀ E LA RESA

È fedele a se stessa, al suo partner e alla sua comunità. Non tradisce il proprio istinto seguendo una nuova via più brillante. Comprende il sacrificio, la pazienza e la duplice natura della vita. Non scappa quando le cose si fanno difficili. Si attiene ai suoi principi e valori.
Vede vittorie a lungo termine e si concentra su di esse. Comprende i flussi e riflussi e gli alti e bassi della vita. Conosce la natura ciclica delle cose e scorre con esse. Rispetta i propri ritmi. Va dove la Corrente la porta.
È fedele alla sua arte e al suo lavoro. Non perde tempo e investimenti materiali se qualcosa va storto. Riprende da dove il flusso si è interrotto e ci riprova. Sa quando lasciarsi andare e arrendersi.


“Quando perdiamo contatto con la PSICHE istintiva, viviamo in uno stato prossimo alla distruzione; a immagini e poteri naturali per il femminino non è consentito il pieno sviluppo. Quando una donna è staccata dalla sua fonte essenziale, risulta sterilizzata, e i suoi istinti e i suoi cicli naturali di vita vanno perduti, soggiogati dalla cultura, o dall’intelletto o dall’io, propri o altrui.” Clarissa Pinkola Estes-

  1. PARLA E AGISCI PER TUO CONTO

Non dimentica mai se stessa o si mette al secondo posto. È in cima alle sue priorità. Si assicura che la sua voce sia forte e potente. Non lascia che gli altri prendano decisioni per lei e vivano la sua vita. Ha dei confini forti e li rispetta. Anche tutti gli altri li rispettano. Conosce il suo valore e agisce per fiducia in se stessa e autostima.
Cresce in autonomia e autosufficienza e sa che tutto è in suo potere. Sa che solo lei può dare il potere a un oppressore di opprimerla. Non è interessata a fare la vittima. Sa come difendersi e chiedere ciò che vuole. Sa che tutto inizia dentro di lei. È lei che crea il suo mondo.

  1. AGISCI DI FRONTE ALL’INGIUSTIZIA

Ha un forte senso della giustizia e sa cosa è giusto e sbagliato. Non combatte le guerre di qualcun altro e non si fa reclutare da cause altrui. Combatte per l’ingiustizia secondo i suoi principi e impara quando lasciare andare.

Non si fa mettere a tacere. Protegge, si prende cura e nutre i piccoli. Combatte per ciò che è giusto. È autentica e cresce con dignità anche quando viene sminuita. Sa come non prendere le critiche sul personale.

  1. NON ARRENDERTI MAI ALL’ADDOMESTICAMENTO

Non puoi domare una donna selvaggia. Il deserto in lei contraddice l’addomesticamento. Se si sente intrappolata o costretta, combatterà o fuggirà. Troverà il modo di liberarsi dalla gabbia anche se l’ha costruita da sola.
La libertà e l’amore sono i suoi valori più alti. Se non è libera, non è felice. Se non è amata e non ama, morirà.

  1. CONDIVIDI LA TUA CREATIVITÀ

È altamente creativa e usa la sua creatività per la crescita, la guarigione e l’espressione di sé. Una donna selvaggia non può vivere senza la sua creatività. La sua arte è la sua creazione. Non può vivere una vita noiosa e grigia. Per vivere ha bisogno di creare.

Il suo mondo interiore è pieno di storie e sogni, parole e canzoni. Balla e canta accanto al fuoco, sogna terre lontane e incontaminate e racconta storie. Capisce il potere di muovere il proprio corpo liberamente e abita pienamente la giocosità che è così intrinsecamente sua.

  1. SVILUPPA UNA RELAZIONED’AMORE CON IL TUO CORPO

Ama il suo corpo e lo accetta così com’è. Si prende cura del suo corpo, della sua longevità e della sua salute. Usa il suo corpo come veicolo per vivere e creare la vita, esprimendosi e nutrendosi. Apprezza il piacere e rivendica la sua sessualità. È certa di se stessa e orgogliosa di essere in un corpo femminile.

  1. APPREZZA IL MASCHILE

Conosce il valore della collaborazione, unione e matrimonio con il suo amato. Usa i suoi poteri per nutrire, alimentare e accendere la sua relazione. Rispetta e conosce il valore del maschile nella sua vita e prospera grazie alla sua attenzione, aiuto e cura. Sa che non deve lavorare sodo per ottenere quello che vuole. Si apre completamente e non ha paura di affondare tra le sue braccia. Si arrende al maschile e si fida completamente di lui per portarla nell’amore, nella prosperità e nella libertà.


“La lupa, la anziana, quella che sa, è dentro di noi. Fiorisce nella psiche più profonda dell’anima delle donne, l’antica e vitale Donna Selvaggia. Lei descrive la sua casa come quel luogo nel tempo dove lo spirito delle donne e lo spirito dei lupi entrano in contatto. È il punto nel quale l’Io e il Tu si baciano, il luogo nel quale le donne corrono coi lupi (…)”.
-Clarissa Pinkola Estes

No Comments

Leave a reply