Blog

Libertà e autenticità nelle relazioni

(DOPPIA) LUNA PIENA IN BILANCIA e Equinozio di PRIMAVERA
Giù le maschere! 

Mercoledì 20 marzo, alle 22.58, con l’Equinozio di Primavera ha inizio il nuovo anno astrologico, e alle 2.43 del giorno seguente, 21 marzo, si ha la prima Luna Piena in Bilancia del 2019.

Abbiamo davanti un mese in cui avremo ben due LUNE PIENE IN BILANCIA e sarà quindi un momento di grande guarigione nelle relazioni.

Evento raro, molto indicativo del momento evolutivo a cui siamo giunte.

Insieme alla Luna Piena, avremo il passaggio equinoziale che dona perfetto equilibrio fra Yin e Yang e ci regala momenti di grande stabilità e lucidità. Non facciamocelo scappare.

L’energia dell’Equinozio di Primavera è dirompente, esplodono le gemme sugli alberi, tutto cerca di emergere alle profondità, tempo di entusiasmi di inizi, dei sogni tutti intatti della giovinezza.

Segna il tempo della ripartenza, del risveglio, della voglia di crederci ancora.

Il Plenilunio invece normalmente indica la fine di un ciclo, il culmine di un processo.

Ci sono porte che vanno chiuse affinché altre possano aprirsi.

Solo liberandoci di pesanti maschere e abiti sontuosi quanto inutili, possiamo procedere lungo la nostra strada.

Queste due lune in Bilancia ci parlano chiaramente di RELAZIONE CON SE STESSE E CON GLI ALTRI, tema fondamentale per questo segno d’aria, dominato da Venere (Bellezza, Gentilezza) ma governato da Saturno (Integrità, Giustizia).

Questi due pleniluni ci spronano a contattare il nostro Sé Superiore, a sentire la chiamata dell’Anima che ci rende AUTENTICHE, per non accettare più compromessi e agire nel rispetto della nostra vera natura.

Che cosa SENTO nel Cuore?

Il Cielo ci chiede (con chiarezza) di modificare le vecchie dinamiche di relazione.

Non è più possibile essere uguali a come eravamo, soprattutto se non siamo state oneste con noi stesse e con gli altri.

Abbiamo anche Venere in Acquario che parla di RELAZIONI LIBERE, non convenzionali, di libertà di espressione, di un nuovo equilibrio da conquistare e da spendere nella quotidianità.

Ci sono scelte che abbiamo fatto con la mente, e non con il cuore, pensando a calcoli e interessi, e che non reggono più.

Queste due Lune ci spronano ad ascoltare l’istinto, la voglia di ribellarci agli schemi ai quali ci siamo adeguate per paura di perdere un’apparente sicurezza.

L’equilibrata Bilancia vuole un bilanciamento interiore di corpo, mente e anima, e non la falsità che cerchiamo di salvare per difendere i ruoli.

OGGI O LE DINAMICHE CAMBIANO, SI TRASFORMANO, DIVENTANO AUTENTICHE, O LE RELAZIONI FINISCONO, SIA CHE SI TRATTI DI AMORE SIA DI LAVORO, O ALTRO GENERE DI CONTRATTO O COLLABORAZIONE.

In questo, ci sono altri pianeti importanti, come Saturno e Plutone, archetipi della auto-disciplina e della trasformazione, che ci sostengono facendo un bell’aspetto di trigono a Marte.

Tutto il mondo delle relazioni è quindi messo in discussione.

Una delle dinamiche più tossiche nelle relazioni è quella dell’equilibrio tra il DARE e il RICEVERE.

Infatti sarà questo uno dei grandi temi di questo mese lunare, che sarà contenuto anche nella seconda Luna Piena in Bilancia, a 29° del segno, il 19 aprile: trovare equilibrio tra il dare e il ricevere nelle relazioni.

Nel vecchio paradigma, ci hanno condizionato a credere che “dare” sia nobile e “ricevere” egoista. E così, molte persone (soprattutto le donne….) non hanno mai imparato a ricevere, togliendo ad altri la gioia di dare.

Non solo: in molte relazioni c’è chi dà troppo e non chiede mai nulla per sé, sentendosi nel contempo eroe e vittima, e chi pretende senza dare nulla, facendo leva su senso del dovere e di colpa. In realtà, entrambi sono vittime e carnefici in un gioco di manipolazione reciproca, che è funzionale alla fuga da se stessi e dalle proprie ferite”.

Nel Nuovo Paradigma questo squilibrio non potrà più esistere: l’assertività (affermo me stessa nel rispetto dell’altro) e l’amore di sé, diventeranno gli ingredienti indispensabili in ogni relazione.

LA RELAZIONE NON È UN CONTRATTO. NON DA’ GARANZIE. NON E’ UN ARRIVO.

Occorrerà uscire progressivamente dalla visione del rapporto a due come il risultato di un contratto stipulato per garantirsi assistenza e sicurezza. Non si scenderà più a qualunque compromesso, né si rivendicherà il possesso dell’altro sotto il falso nome di rispetto o appartenenza.
Si comprenderà chiaramente che la gelosia è tossica e non è amore, ma paranoia dell’ego. Dire all’altro: “Sei mio” o “Ho bisogno di te” sarà finalmente visto come quello che è: ledere alla libertà dell’altro. Imprigionarlo, ucciderlo nell’anima.

Impareremo che le relazioni sane e adulte sono quelle in cui entrambi gli individui stanno facendo dei processi per “tenere a bada l’ego”, e sanno stare da soli felicemente.

Chi sono io?
Chi è l’altro?
Perché sto con te?
Cosa mi tiene qui?

Che cosa ci muove? La paura, l’interesse, il calcolo, il bisogno di sicurezza della nostra bambina interiore?
O finalmente cominceremo a far emergere la voce del Dajmon, dell’Anima, che ci guida da sempre e che abbiamo soffocato chissà dove?

Oggi è qui che si gioca la partita della crescita interiore.
Capiremo che SOLO due individui adulti, risolti,integri, possono dar vita a una relazione autentica.

L’obiettivo non sarà quello di far durare una relazione per forza o per sempre, ma camminare, aprirsi, gioire verso la meta scelta dall’Anima.

La relazione quindi durerà fino a quando sarà utile per il Cammino dell’Anima. E poi con amore, ci si potrà separare, con grande gratitudine e rispetto. Con profonda maturità emotiva di ciascuno.

RITUALE #1#
SACCHETTINO INTENZIONALE
Prepareremo un sacchettino di erbe aromatiche in cui andremo a infondere questa intenzione:
Le mie relazioni con gli altri sono libere, piene d’amore, di rispetto, di cura e di ascolto. Quando onoro me stessa, le mie relazioni possono fiorire.
Le erbe che useremo ci aiuteranno a promuovere chiarezza, coraggio, pace e consapevolezza e ti aiuteranno ad aprire la tua mente ad altre prospettive.

TI SERVIRA’
Un quadrato da 12 cm circa di mussola
Nastro o spago

INGREDIENTI
Rametti di timo fresco (resistenza e coraggio )
Rametti di lavanda freschi (pace e tranquillità )
Sbucciare da una piccola arancia, tagliata a strisce (consapevolezza )
Due piccoli pezzi di corteccia di cedro o olio essenziale di cedro (chiarezza)
Due bastoncini di cannella (stimolo)

ISTRUZIONI
Impostare il forno a 180 °

Metti timo, lavanda e bucce d’arancia su una teglia. Gli importi esatti dipendono da te; decidi in base alla tua preferenza personale del profumo.

Cuoci (con la porta del forno leggermente aperta) per due ore, girando gli ingredienti ogni 30 minuti.

Rimuovi il vassoio e lasciare che le erbe si asciughino e si raffreddino.

Rimuovi il timo e la lavanda dagli steli. Scartare i gambi.

Appoggia il tessuto quadrato su una superficie piana. Metti le erbe secche e gli altri ingredienti in una pila nel mezzo del tessuto. Metti da due a tre gocce di olio essenziale di cedro sulla pila di erbe.

Appoggia le tue mani a coppa sugli ingredienti e immagina una luce bianca che scorre dalla parte superiore della testa attraverso il tuo corpo, dalle tue braccia alle mani e alle erbe. Fermati quando ti senti pronta.

Afferma:
Sono aperta al cambiamento.
Sono libera da ogni vecchia credenza sule relazioni.
Mi apro alla verità e sono pronta a seguire il Volere della mia Anima.

Tira tutti i bordi del tessuto verso l’alto per fare un fascio e legare tutto ben chiuso.

Senza razionalizzare troppo il processo, metti il sacchettino finito nella credenza, nell’armadio, in auto o in qualsiasi altro luogo che ti consenta di sperimentare il profumo. Puoi farne due, informare entrambi del Sankalpa di Luna piena e regalarlo a chi vuoi.

 

No Comments

Leave a reply